Dettagli sulle analisi dello zafferano effettuate da UNIMONT

Gentilissimi coltivatori di zafferano, ultimamente abbiamo ricevuto tante richieste di maggiori dettagli sulle analisi dello zafferano effettuate da UNIMONT e vi ringraziamo moltissimo del vostro interesse!

Per darvi un modo più diretto di avere questa informazione, eccovi una piccola descrizione: l’analisi misura umidità e contenuto di sostanze volatili secondo norma internazionale ISO 3632 (ISO / TS 3632, 2010/2011).

L’umidità definisce l’osservazione di buone pratiche nell’essiccazione e conservazione, mentre le sostanze volatili misurate tramite analisi spettrofotometrica sono crocina, picrocrocina e safranale, che determinano il potere colorante (colore), amaricante (sapore) e odoroso (profumo) dello zafferano.

In base a questi parametri, lo zafferano si può piazzare in I, II o III categoria oppure non essere classificabile. Con grande soddisfazione, finora più del 90% dello zafferano si è piazzato in I categoria. Avanti così!

I commenti sono chiusi.